[CONSIGLI UTILI] Dipingere con i colori acrilici “Come Usare i Colori Acrilici”

Se stai cercando il tono vibrante e di qualità dei colori a olio senza spendere troppo o perdere troppo tempo, la pittura acrilica è ciò che fa per te. Dipingere con i colori acrilici è un hobby appagante e un ottimo modo per creare opere d’arte per la tua casa e per i tuoi amici.

Parte 1 di 4: Procurarsi gli Strumenti Adatti

  1. Immagine titolata Acrylic Paint Step 1.jpeg
    1
    Scegli la vernice acrilica. Puoi trovarla in commercio sia nei tubetti sia nei barattoli. Quando si acquista la vernice acrilica è uno dei pochi casi in cui è meglio spendere e prendere una marca più costosa. Spesso le marche economiche non hanno un contenuto così elevato di pigmento come altre di migliore qualità; di conseguenza richiedono 2 o 3 mani di vernice in più per ottenere la stessa vivacità e profondità di un singolo strato rispetto al prodotto più costoso.

    • Prima di tutto, procurati i colori di base: bianco titanio, nero magnetite, blu oltremare, cremisi e giallo ocra. La maggior parte dei colori necessari può essere creata combinando questi le tinte sopracitate.
    • La pittura nei tubetti in genere è più adatta per i principianti perché è possibile acquistarne piccole quantità per iniziare; non c’è alcuna differenza di qualità rispetto a quella nei barattoli.
  2. Immagine titolata Acrylic Paint Step 2.jpeg
    2
    Scegli un po’ di pennelli. Ce ne sono di diversi tipi e sono classificati in base a due aspetti distinti: la forma della punta e il materiale delle setole. Ci sono tre diversi tipi di punta: piatta, arrotondata e a lingua di gatto (arrotondata e piatta). Ci sono molti materiali diversi che vengono utilizzati per fare le setole, ma i più comuni sono i peli sintetici e di cinghiale. La maggior parte dei pittori principianti preferisce i pennelli sintetici con diverse punte assortite.

    • Recati in un negozio di arte e prova un paio di pennelli diversi per farti un’idea di che cosa preferisci. I pennelli sintetici sono più morbidi e più facili da pulire rispetto a quelli di vero pelo.
    • Se pensi di non dipingere per lungo tempo, non c’è bisogno di spendere troppo per i pennelli. Sebbene sia vantaggioso avere dei buoni pennelli con cui lavorare, è più importante che la vernice sia di buona qualità.
  3. Immagine titolata Acrylic Paint Step 3.jpeg
    3
    Trova una tavolozza. Ti serve una base sui cui mescolare i colori e conservarli fra una sessione di pittura e l’altra. Se non vuoi spendere molto, va bene anche un piatto di carta o di plastica. Qualsiasi ampia superficie piana e pulita è adatta come tavolozza. Tuttavia, dato che i colori acrilici si asciugano in modo incredibilmente veloce, può essere una buona idea investire in una tavolozza che trattenga l’umidità. Questa generalmente contiene una spugna umida e una speciale carta che mantiene la vernice umida per poterla usare per diverse settimane.

    • Metti una copertura in plastica o di altro materiale sulla tavolozza per conservare la vernice quando non la usi.
    • Se devi mescolare grandi quantità di vernice in una sola volta, potrebbe esserti utile procurarti delle piccole tazze/coperchi per conservare la vernice fra le diverse sessioni di lavoro. Questo metodo è più efficace per preservare gli acrilici anziché coprirli con un involucro di plastica sopra la tavolozza.
  4. Immagine titolata Acrylic Paint Step 4.jpeg
    4
    Stabilisci su quale materiale vuoi dipingere. La vernice acrilica è spessa e pesante, quindi può essere utilizzata solo su determinate superfici. Le più tipiche sono la tela o il cartone telato, la carta da acquerello o il legno trattato. Dovresti comunque ottenere dei buoni risultati su qualsiasi materiale a patto che non sia grasso, oleoso o molto poroso.

    • Se non vuoi dipingere su un materiale costoso, inizia con la carta da acquerello e lavora su tela o legno quando ti sentirai più sicuro.
  5. Immagine titolata Acrylic Paint Step 5.jpeg
    5
    Procurati l’altra minuteria necessaria. Oltre a tutti gli elementi essenziali appena citati, ti servono anche altri strumenti, che probabilmente hai già a disposizione a casa. Avrai bisogno di 1-2 vasetti/bicchieri per l’acqua, una spatola, un vecchio straccio o un panno, un flacone spray per nebulizzare l’acqua e del sapone per pulire i pennelli. Questi elementi sono tutti disponibili nei negozi di arte, se non riesci a procurarteli a casa, ma nessuno di questi deve avere delle caratteristiche particolari.

    • Poiché i colori acrilici si asciugano rapidamente, devi nebulizzare di tanto in tanto il tuo disegno/tavolozza per mantenere la vernice umida.
    • Dovresti indossare un grembiule o una vecchia camicia mentre dipingi, in modo da non sporcare i vestiti con i colori acrilici.
    • Alcuni pittori preferiscono mettere dei giornali sul piano di lavoro, per evitare grandi pasticci.

Parte 2 di 4: Per Iniziare

  1. Immagine titolata Acrylic Paint Step 6.jpeg
    1
    Scegli un buon posto. Come per la maggior parte delle attività, la pittura dà i migliori risultati con la luce naturale. Crea il tuo angolo di pittura vicino a una finestra aperta o in una stanza con molta luce naturale. In questo modo sarai in grado di percepire le sfumature e i colori di ogni pennellata che altrimenti non vedresti.
  2. Immagine titolata Acrylic Paint Step 7.jpeg
    2
    Disponi il materiale. Ogni artista ha un suo modo di sistemare l’attrezzatura, ma è sicuramente meglio posizionare ogni accessorio prima di iniziare la sessione di pittura. Riempi i barattoli con l’acqua, tieni a portata di mano pennelli e colori e appoggia la tavolozza in un luogo facile da raggiungere. Ricorda di indossare una vecchia camicia o un camice.
  3. Immagine titolata Acrylic Paint Step 8.jpeg
    3
    Decidi il soggetto. In qualità di pittore principiante potresti avere già una buona idea su che cosa vuoi ritrarre oppure potresti avere bisogno di qualche suggerimento. Prova a pensare a eventuali soggetti o modelli da utilizzare per la realizzazione della prima opera. È molto più facile lavorare con una fotografia o un modello tridimensionale piuttosto che cercare di mettere su tela un’immagine presente solo nella tua mente. Se non sei sicuro di cosa dipingere, ecco qualche suggerimento:

    • Un cesto di frutta.
    • Un vaso di fiori.
    • Un oggetto della tua casa.
    • Un tramonto o un’alba.
  4. Immagine titolata Acrylic Paint Step 9.jpeg
    4
    Crea una bozza. Se ti senti sicuro delle tua abilità di pittore, puoi saltare questo passaggio e andare direttamente alla stesura del colore. Molti, tuttavia, preferiscono avere uno schema da seguire. Utilizza una normale matita per delineare sulla tela un contorno approssimativo del tuo soggetto; in questa fase non preoccuparti dei dettagli o delle ombreggiature.

    • Puoi creare diversi schizzi sulla carta prima di trasferirne uno sulla tela, assicurati solo di avere delle buone capacità di disegnatore.
  5. Immagine titolata Acrylic Paint Step 10.jpeg
    5
    Mescola i colori. Un errore frequente è quello di miscelare i colori man mano che si dipinge, invece è meglio sfruttare bene il proprio tempo e preparare già tutte le combinazioni in anticipo. È meglio essere previdenti e miscelare più colore di quanto in realtà te ne servirà. Infatti, è possibile conservare la pittura per quadri futuri, ma è quasi impossibile riuscire a replicare perfettamente delle combinazioni di colori.

    • Usa la ruota dei colori come riferimento utile per mescolare gli acrilici. Tutti i colori di base si creano dalla mescolanza dei colori primari (rosso, blu e giallo) e le tonalità specifiche si ottengono unendo i colori primari a quelli secondari.
    • Ricorda, non potrai ottenere l’esatta tonalità con una gamma di colori limitata, puoi acquistare quasi qualunque tinta in confezioni pre-miscelate sia in tubetti che lattine.

Parte 3 di 4: Dipingere

  1. Immagine titolata Acrylic Paint Step 11.jpeg
    1
    Trova la tua fonte di luce. Un colore cambia in base a come la luce lo colpisce, quindi prima di iniziare la tua opera, devi individuare la fonte principale da cui ha origine la luce. Presta attenzione quando stendi i colori, quelli che si trovano più vicini alla fonte luminosa dovrebbero essere più chiari; al contrario quelli lontani devono essere più scuri. Può sembrare una cosa banale, ma individuare la sorgente di luce prima di iniziare a dipingere ti consente di mantenere una certa coerenza nell’opera.
  2. Immagine titolata Acrylic Paint Step 12
    2
    Esamina la composizione del soggetto. Anche se si tratta di un singolo oggetto, deve avere una profondità rispetto allo sfondo e alle altre superfici. Guarda oltre il soggetto per determinare ciò che è più vicino e più lontano da te. Verifica se alcuni elementi si sovrappongono, se cambiano colore e come appare la consistenza delle superfici. Devi ricreare ciascuno di questi aspetti nel tuo quadro e quindi devi avere una buona idea di insieme prima di iniziare.
  3. Immagine titolata Acrylic Paint Step 13
    3
    Inizia a dipingere lo sfondo. Quando si dipinge si procede per strati da ciò che è più lontano a ciò che è più vicino. Quindi inizia dallo sfondo per lavorare nella maniera più semplice. Per applicare i colori in maniera efficace comincia dalle tonalità medie, poi passa a quelle più scure e infine a quelle chiare.
  4. Immagine titolata Acrylic Paint Step 14
    4
    Aggiungi i dettagli dello sfondo. Una volta terminato con i colori di base, puoi aggiungere i dettagli allo sfondo. Se si tratta di una tinta unita, è meglio procedere con punti di luce e ombreggiature. Se lo sfondo invece segue uno schema o è molto elaborato, aggiungi un po’ di corpo e movimento con pennellate che diano struttura allo strato finale.
  5. Immagine titolata Acrylic Paint Step 15
    5
    Colora gli oggetti. Quando inizi a tracciare con i colori il soggetto principale, suddividilo in forme identificabili e dipingile a tinta unita. Man mano che procedi con questa tecnica, vedrai il soggetto prendere forma; lavora su piccole sezioni per volta così sarà un processo meno scoraggiante.

    • Alcuni principianti trovano che sia più semplice usare una tecnica a griglia per tracciare il soggetto. Suddividi la tela in parti uguali con una griglia immaginaria. Concentrati e dipingi una sezione alla volta prima di passare alla successiva.
    • Ricorda di iniziare con i colori dai toni intermedi, poi passa a quelli più scuri e infine i più chiari. È difficile coprire un colore scuro con uno chiaro, quindi lavorare con questa tecnica a strati renderà la pittura più semplice.
  6. Immagine titolata Acrylic Paint Step 16
    6
    Aggiungi i dettagli utilizzando diverse tecniche pittoriche. Quando hai dipinto lo sfondo e le forme di base, puoi continuare con i dettagli usando diverse tecniche; ciascuna di esse si concentra sul movimento e corpo del colore grazie a modalità specifiche di pennellate e di applicazione degli acrilici.

    • Punteggia il colore tenendo il pennello verticale e toccando la tela. Questa tecnica, detta puntinismo, funziona meglio con i pennelli asciutti e piccole quantità di acrilico.
    • Usa una spatola per stendere ampie pennellate di colore. Se desideri conferire alla tua opera un aspetto quasi grezzo usa una spatola. Ricoprila con una spessa quantità di acrilico e usala sulla tela per aggiungere strati di colore e dare corpo al dipinto.
    • Crea un effetto “slavato” diluendo gli acrilici in acqua. Otterrai un risultato analogo a quello degli acquerelli in cui il colore diventa gradatamente più chiaro sulla carta. È un’ottima maniera di creare delle sfumature.
  7. Immagine titolata Acrylic Paint Step 17
    7
    Finisci la tua opera. Presta attenzione al soggetto e aggiungi gli ultimi dettagli che ritieni necessari per perfezionare il quadro. Spesso si tratta di perfezionare i chiaro-scuri, delineare i contorni e diluire le tonalità.

Parte 4 di 4: Per Concludere

  1. Immagine titolata Acrylic Paint Step 18
    1
    Aggiungi della lacca. Anche se non è sempre necessario, i pittori amano aggiungere uno strato di rifinitura trasparente per sigillare i colori acrilici. Questo aiuta il legame chimico fra la tela e i colori e protegge la tua opera dai danni.
  2. Immagine titolata Acrylic Paint Step 19
    2
    Pulisci i pennelli e la postazione di lavoro. È imperativo pulire i pennelli non appena hai finito di usarli. La vernice acrilica danneggia gravemente le setole se la lasci asciugare su di esse. Usa sapone e acqua fredda finché questa non fluisce pulita (non usare quella calda o fisserà il colore alle setole). Pulisci la postazione di lavoro e risciacqua i barattoli di acqua.
  3. Immagine titolata Acrylic Paint Step 20.jpeg
    3
    Riponi la vernice non utilizzata. I colori acrilici durano per diversi mesi in un contenitore ermetico, quindi se hai un eccesso di acrilici puoi metterli da parte per usi futuri. Riponili in piccoli contenitori con coperchi oppure sigillali nella tavolozza apposita che preveda dei tappi per chiudere i pozzetti di vernice (se ce l’hai).
  4. Immagine titolata Acrylic Paint Step 21
    4
    Lascia asciugare il dipinto. Mettilo in una posizione sicura e aspetta 1-2 giorni. I colori acrilici si asciugano in fretta, ma devono essere lasciati indisturbati finché non si sono stabilizzati.
  5. Immagine titolata Acrylic Paint Step 22
    5
    Mostra la tua opera d’arte. L’arte è fatta per essere condivisa, quindi metti il tuo quadro appena terminato dove gli altri possano vederlo. Fallo incorniciare se è su tela o carta oppure appendilo in casa semplicemente.

Consigli

  • Man mano che fai pratica, prova delle tecniche più avanzate. Aggiungi profondità ai quadri lavorando sulla consistenza del colore, sull’ombreggiatura, sui punti luce e sui dettagli. Le tue opere miglioreranno con il tempo.
  • Esercitati, esercitati, esercitati! Inizia tracciando dei contorni e parti dalle piccole cose! Poi passa agli alberi e ai fiori. Non temere di provare stili differenti, come lo staffato o la singola pennellata.
  • Stai attento ai dettagli. La qualità è più importante della quantità, giusto?

FONTE ARTICOLO >>>  http://it.wikihow.com/Usare-i-Colori-Acrilici

Precedente [benessere & salute] Come Liberarsi dall'Onicomicosi Successivo Come Dipingere con i Colori a Olio